Datore di Lavoro / Rspp Medio Rischio

Modalità di fruizione

Di persona

Livello

Prima formazione

Durata

32 ore

Il corso permette ai Datori di Lavoro di attività a rischio medio di acquisire le competenze specifiche per gestire la sicurezza e la salute sul lavoro della propria azienda e svolgere direttamente i compiti di Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione dei rischi (RSPP).

Prezzo a partecipante: 350,00

SCONTI: 5% per il secondo partecipante, 10% per il terzo partecipante, 15% per il quarto e così via fino a uno sconto massimo del 20% per partecipante aggiunto.

Descrizione del Corso

Datore di Lavoro / Rspp Medio Rischio

PREREQUISITI

Comprensione e conoscenza della lingua italiana (rif. art.37, comma 13 Testo Unico Salute Sicurezza Lavoro D.Lgs. 81/2008).

A CHI SI RIVOLGE

Datori di lavoro, delle attività sottostanti, che svolgono direttamente i compiti di Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione dei rischi (RSPP) ai sensi dell’art. 34 del D.Lgs 81/08.

(Agricoltura , Pesca, Trasporti, Magazzinaggi, Comunicazioni, Assistenza sociale non residenziale, Pubblica Amministrazione, Istruzione).

Il datore può svolgere i compiti di RSPP nei seguenti casi:

  • aziende artigianali e industriali fino a 30 addetti,
  • aziende agricole e zootecniche fino a 30 addetti,
  • aziende della pesca fino a 20 addetti,
  • altre aziende o associazioni fino a 200 addetti.

Il corso non ricomprende la formazione necessaria ed integrativa per svolgere i compiti relativi all’attuazione delle misure di prevenzione incendi (Addetti alla Emergenza Incendi) e lotta antincendio, e di primo soccorso (Addetti alla Emergenza di primo Soccorso) e, comunque, di gestione dell’emergenza.

DESCRIZIONE OBIETTIVI

Far acquisire ai Datori di lavoro le competenze specifiche per gestire la sicurezza e la salute sul lavoro della propria azienda (direttamente o indirettamente).

ARGOMENTI TRATTATI

8 moduli di 4 ore ciascuno:

 MODULO 1. Normativo – giuridico

  • il sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori;
  • la responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa;
  • la “responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni, anche prive di responsabilità giuridica” ex D.Lgs. n. 231/2001, e s.rn.i. ;
  • il sistema istituzionale della prevenzione;
  • i soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D.Lgs. 81/08: compiti, obblighi, responsabilità;
  • il sistema di qualificazione delle imprese.

MODULO 2. Gestione ed organizzazione della sicurezza

  • I criteri e gli strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi;
  • la considerazione degli infortuni mancati e delle modalità di accadimento degli stessi;
  • la considerazione delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori;
  • il documento di valutazione dei rischi (contenuti, specificità e metodologie);
  • i modelli di organizzazione e gestione della sicurezza;
  • gli obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera o di somministrazione;
  • il documento unico di valutazione dei rischi da interferenza;
  • la gestione della documentazione tecnico amministrativa;
  • l’organizzazione della prevenzione incendi, del primo soccorso e della gestione delle emergenze;

 MODULO 3. Individuazione e valutazione dei rischi

  • i principali fattori di rischio e le relative misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione;
  • il rischio da stress lavoro-correlato;
  • i rischi ricollegabili al genere, all’età e alla provenienza da altri paesi;
  • i dispositivi di protezione individuale;
  • la sorveglianza sanitaria;

MODULO 4. Formazione e consultazione dei lavoratori

  • l’informazione, la formazione e l’addestramento;
  • le tecniche di comunicazione;
  • il sistema delle relazioni aziendali e della comunicazione in azienda;
  • la consultazione e la partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza;
  • natura, funzioni e modalità di nomina o di elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.

MODULO 5. Movimentazione manuale dei carichi

  • la movimentazione manuale dei carichi: i rischi connessi
  • il D.Lgs. 81/08 e la movimentazione manuale dei carichi
  • metodologia per la valutazione dei rischi: la norma UNI ISO 11228-1 “Sollevamento e trasporto” e il metodo NIOSH

MODULO 6. Valutazione del rischio da movimentazione manuale dei carichi

  • il rischio derivante dalle operazioni di traino-spinta: la norma UNI ISO 11228-2
  • gli strumenti per la misurazione delle forze: il dinamometro
  • il rischio derivante dai movimenti ripetuti: la norma UNI ISO 11228-3
  • movimentazione di piccoli carichi con grande frequenza e la check list OCRA
  • i rischi da movimentazione carichi per mezzo di attrezzature
  • esercitazione sulla valutazione dei rischi da movimentazione manuale dei carichi.

MODULO 7. Sicurezza delle macchine

  • sicurezza delle macchine
  • i rischi nell’utilizzo di videoterminali
  • criteri generali di sicurezza antincendio

MODULO 8. Rischio rumore e vibrazione

  • rischio rumore e vibrazione: valutazione e misure di sicurezza
  • rischio da campi elettromagnetici e D.Lgs. 81/08: livelli di esposizione e obblighi prevsiti
  • rischio da radiazioni ottiche artificiali e D.Lgs. 81/08
  • norma UNI 14255: misurazione e valutazione dell’esposizione personale a radiazioni ottiche incoerenti

MODALITÀ DIDATTICHE

Lezioni frontali, filmati, prove scritte, simulazioni di casi. Il metodo di apprendimento è basato sul problem solving. A tal fine saranno applicate simulazioni e problemi specifici, con particolare attenzione ai processi di valutazione e comunicazione legati alla prevenzione.

DOCUMENTAZIONE

Ad ogni partecipante sarà consegnato il kit didattico ed il PIN personale per la consultazione del manuale online.

VALUTAZIONE DEI PARTECIPANTI

AI termine del corso, viene somministrata una verifica di apprendimento, che prevede colloquio e test scritti, finalizzati a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente e le competenze tecnico-professionali.rspp

ATTESTATO DI FREQUENZA

A ciascun partecipante, al superamento del test finale e con ammesse assenze massime del 10 % del monte ore complessivo, verrà rilasciato un attestato di frequenza nominativo valido per gli usi cogenti.

AGGIORNAMENTO

L’aggiornamento ha periodicità quinquennale a decorrere dalla data del 21.12.2011 e durata di 10 ore.

 

Shopping cart0
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti